Oral sex e derivati

Il sesso orale è double face

È uno dei possibili preliminari per arrivare a ben altre situazioni, anche perché è un ottimo coadiuvante dell’erezione maschile e dell’eccitazione femminile ma, allo stesso tempo è un rapporto sessuale completo, tant’è che leccati bene, cazzi o fighe, possono, senza ulteriori extra, far raggiungere orgasmi paradisiaci che ci lasciano talmente appagati da non aver bisogno di fare altro. 

Varianti

Per parlare di completezza, il Sessantanove, è per eccellenza la posizione che rende possibile, contestualmente, la soddisfazione di entrambi i sessi tramite fellatio e cunnilingus. Anche se, l’alternanza delle due pratiche è da considerarsi più soddisfacente in quanto, nel Sessantanove, il piacere che ciascuno prova può distogliere dallo svolgere per bene il servizio all’altro, e considerato che si tratta di pratiche che richiedono estrema passione, il piacere che si sta provando può distrarre dal concentrarsi a regola d’arte sul partner.

Differenze di genere

Con ciò non si discute, certamente, il fatto che, per lo più, sia il preludio di ben altre sequenze.  Si sottolinea però che il pompino è, quasi nella totalità dei casi, più gradito all’uomo; viceversa, non sempre la donna gradisce questa pratica o ne fa tranquillamente a meno, forse anche perché l’uomo non sempre pare propenso, questo nonostante la figa non abbia i denti ma è senz’altro “umorale” poiché in grado di emettere flatulenze vaginali non sempre gradite a lui e imbarazzanti per lei. Entrambe le pratiche possono, dunque, considerarsi complete, non necessitano di contracettivi e, in età giovanile, sono una parte essenziale del petting, termine americano che, come origine, significa accarezzare, proprio come si fa con un animale domestico, appunto, ‘pet‘.

MST

La fellatio, per chi la pratica, può essere soggetta a malattie sessualmente trasmissibili, in caso si ingoi lo sperma e la bocca presenti ferite e lacerazioni. La più comune è l’epatite B. Di nuova generazione, sono state create protezioni per evitare questi rischi che si trovano con facilità in farmacie e sexy shop.

Un po’ di storia

Con fellatio che deriva da fallere ossia “succhiare”, sappiamo tutti che s’intende il più comunemente noto pompino. Nasce in Grecia, dove veniva considerato dal maschio un atto di sottomissione. Pertanto, l’uomo, apprezzava farselo fare sia dalla donna che da un uomo purché di classe sociale inferiore e sempre per dimostrare la propria superiorità. Risale allo stesso periodo il termine “irrumare” cioè penetrare la bocca. La differenza consiste nel fatto che, in una Fellatio la donna gestisce l’atto del succhiare, invece, nell’irrumare l’uomo, in pratica, scopa la bocca gestendo il movimento della testa di lei. In seguito, nel Medioevo, il sesso orale divenne tabù fino ad essere riabilitato solo negli anni Trenta, grazie anche al cinema porno, alla letteratura erotica e ai cambiamenti sociali e di costume dell’epoca.

Face Sitting e altre varianti

Su questo mi limiterò ad accennarvi il face sitting, “sedersi sulla faccia”, pratica all’ultimo grido particolarmente gradita ai Master o Mistress di BDSM. Il Teabagging, di origine anglosassone, cioè succhiare lo scroto inglobandolo nella bocca; il termine, infatti, è composto dalla parola tè e bagg che significa tazza, in quanto la bocca ingloba lo scroto come una tazza di tè. L’anilingus, gradito a entrambi i sessi, detto anche rumming che consiste nello stimolare il piacere anale con la lingua, ovviamente.

La gola profonda

Il più conosciuto resta però il Deep-throating, la gola profonda che trae ispirazione da un film degli anni Settanta e consiste nell’ingoiare l’intero membro sopprimendo l’istinto di vomito. Nessuna di queste altre forme di sesso orale può, tuttavia, considerarsi alla stregua di un rapporto completo ma fungono solo da preliminari, a parte, come già detto la Fellatio e il Cunnilingus.

Autopompino poetico

In realtà esiste anche l’auto-fellatio, una forma di masturbazione in cui l’uomo si pratica il pompino da solo. Leggenda narra che il sommo poeta, Gabriele D’annunzio, per espletare al meglio questa pratica, si fece asportare addirittura due costole. Eh sì! Ci vuole passione per essere poeti.

Istruzioni per lui

Guardare il godimento di lei perché aiuta a darsi da fare come si deve; leccare tutta la figa e penetrarla con la lingua; succhiare il clitoride prima delicatamente, poi come una ventosa. Usate le mani: con la lingua nella figa massaggiate il clitoride e succhiandolo fistate la figa con almeno due dita.

Istruzioni per lei

Alternate succhiate e risucchi a più dolci leccate intorno alla cappella, ingoiate lo scroto e accompagnate il movimento con le mani stringendo gli avambracci sulle tette per creare anche l’effetto spagnola; guardatelo godere con porcaggine perché l’uomo si eccita e, se vuole scoparvi la bocca afferrandovi la testa, assecondate il movimento. La gola profonda ce l’abbiamo tutte e dimostrarlo non è poi così difficile. Dunque avanti, a tutta pompa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.